Category Archives: Collaborazioni

In arte Goldie – Duetto per voci e pianoforte

Domenica 18 Novembre ore 18.30

IN ARTE GOLDIE

Duetto per Voci e Pianoforte

tratto da “Memorie di una maîtresse americana” di Nell Kimball

edito da Adelphi

 

Voce recitante: Laura Riccioli

Pianoforte e Canto: Valentina Cardinali

Selezione e adattamento del testo Laura Riccioli

Musiche scelte, arrangiate e eseguite da Valentina Cardinali:

George L. Cobb, W. A. Mozart, John Newton, W. C. Handy, Tori Amos, Stephen Foster, Oscar Peterson, Willard Robinson, Eric Satie, Scott Joplin, folk traditional, piano improvisations.

*

Il racconto di Nell Kimball, che da sprovveduta ragazza di campagna diviene prima prostituta poi tenutaria di uno tra i bordelli più esclusivi ed eleganti di New Orleans, ci sprofonda nell’America notturna e fosforescente a cavallo tra Ottocento e Novecento, tra case di piacere, giochi d’azzardo e svaligiatori di banca, profumi d’oppio e musica jazz.

Tra le pagine della sua vita si respira il grande senso di avventura dell’epoca, selvaggia, precaria e imprevedibile, che ci riporta inevitabilmente all’incertezza dei nostri giorni.

 

Ne emerge il ritratto di una società spudorata, disposta a utilizzare ogni mezzo necessario per sopravvivere e allo stesso tempo affermare la propria vitalità.

Il duetto, partendo dall’esplorazione dei suoni lontani dell’infanzia della protagonista, avvolta da paesaggi brulli e soffocanti, percorre i ritmi moderni delle metropoli in costruzione di Sant Louis, Chicago, New York e lo sferragliare dei primi treni, attraversando le pulsazioni a luci rosse dell’incontro dei corpi.

Nessun uomo dimenticherà mai di essersi fatto sventagliare le palle da una farfalla nella mia casa dalla porta dorata” Nell Kimball

per informazioni:

Valentina Cardinali 3398769188 valecardi@gmail.com

Laura Riccioli 3287084661 ricciolilaura@gmail.com

Associazione Culturale Cambiapiano: info@cambiapiano.com

A casa nel mito – Laboratori per famiglie

A casa nel mito

Laboratori per famiglie

Un luogo e un tempo dove bambini e adulti possano attraversare, grazie al gioco del teatro, immagini, simboli e valori della mitologia greca tenendosi per mano.

Prossimo incontro

sabato 17 novembre

ore 11.15

Io credo questo: le fiabe sono vere”. Italo Calvino

Un ciclo di laboratori che ogni mese si avventureranno in miti diversi, dal mito di Eros a quello di Orfeo e Euridice, dal mito di Icaro a quello del Re Mida, tra fiori, frecce, scudi, semi, carri e sorgenti d’acqua che faremo nostri grazie alla suggestione di tecniche espressive rubate all’arte dell’improvvisazione, del teatro, delle arti pittoriche.

Quello di interrogarsi sulle proprie origini è uno dei primi bisogni dell’uomo. Da sempre la conoscenza del mito aiuta grandi e piccoli a capire che l’esigenza di cercare spiegazioni di aspetti misteriosi del mondo e della vita è qualcosa che accomuna tutti i popoli.

Il bambino, attraverso la scoperta delle sue origini culturali e la ricchezza di suggestioni che il mito offre, si arricchisce degli strumenti necessari per una più profonda coscienza del suo presente, impara a conoscersi, a interagire con gli altri e maturare il suo universo psicologico ed emotivo grazie all’universalità del linguaggio del mito e del teatro e naturalmente grazie all’attività di gruppo.

L’adulto sarà invece invitato a condividere con il bambino un tempo poetico, magico, lontano dalle incombenze di tutti i giorni, a cui poter tornare rivivificati dagli archetipi del mito, dalle risposte che essi sanno dare ai nostri quesiti più importanti, dal riscoprire modalità di gioco che possano nutrire la comunicazione tra grandi e piccoli anche in casa.

Insieme possiamo dunque imparare a conoscerci sotto altre vesti e ampliare il nostro immaginario.

La finalità del laboratorio non è il solo insegnamento delle singole tecniche artistiche, bensì la scoperta del senso del “fare” artistico, creando uno spazio dove vivere insieme con passione e creatività.

I laboratori si svolgeranno dalle ore 11.15 alle 12.45, un sabato al mese, nella sede dell’Associazione Cambiapiano in via Romanello Da Forlì, 40.

Per info e prenotazioni: 347 1961002 – ricciolilaura@gmail.com

Laura Riccioli lavora come attrice, regista e autrice teatrale da circa 25 anni, ma da sempre l’amore per il disegno e la pittura si sono intrecciati con il suo percorso di attrice, spingendola a realizzare un vero e proprio doppio percorso. Spesso il suo lavoro di illustratrice ha incontrato e nutrito quello di attrice e viceversa. Oltre a recitare in diverse compagnie teatrali, per il cinema e la tv, ha pubblicato Spaghettis aux delices du désert per la casa editrice Kaleïdoscope, Lina e il canto del mare per la casa editrice Mesogea, Un filo di storie per Rapsodia edizioni e una serie di ritratti per la rivista Carta. Ha inoltre realizzato disegni animati per il teatro e insegnato in carcere pittura e teatro per otto anni, oltre che nelle scuole, nelle biblioteche e presso il presidio per migranti Baobab Experience.

Intensivo di Qi Gong – La ragazza di Giada

Sabato 24 novembre

dalle 10:30 alle 13:30

Intensivo di Qi gong

La ragazza di Giada

 

Il Qi Gong è la disposizione a lavorare con l’Energia. È un auto-allenamento del corpo e della mente che rafforza la capacità di prevenire le malattie e l’invecchiamento,

proteggendo e rafforzando la propria salute.

Il Qi Gong comporta la pratica regolare di “forme” rappresentate da movimenti, tecniche di respiro e meditazione che, associate ad uno adeguato stile di vita, purificano il corpo e la mente dalle tossine preparandoli a ricevere il naturale flusso di energia vitale.

La Ragazza di Giada aiuta a purificare il sangue e il fegato; ideato per le diverse fasi vitali della donna (ma utile anche agli uomini) è di grande ausilio nelle disarmonie ormonali, micropolicistosi ovarica, endometriosi, sindrome premestruale e per tutti i disturbi del

climaterio.

Nel corso dell’incontro è prevista la pratica di una tecnica di automassaggio, una meditazione e brevi forme utili per il sistema immunitario.

Emanuela Bigiarini ginecologa e omeopata, ha studiato MTC e Qi Gong avendo la fortuna di seguire gli insegnamenti del Dr. Liu Dong e di Master Liu He.

Si è occupata di assistenza domiciliare al parto e utilizza terapie non convenzionali nella pratica clinica.

Costo 30 euro

 

Info e prenotazioni: info@cambiapiano.com

Piantata in asso: monologo su Arianna

Progetto Anemofilia Teatro presenta
PIANTATA IN ASSO
Monologo sul mito di Arianna

Finalista del premio F.U.I.S. 2017 (Federazione Unitaria Italiana Scrittori)

Venerdì 9 marzo
alle 21.30
Ingresso 5 €

Il monologo è preceduto da una conferenza sui simboli di questo mito.

con Laura Giallombardo
testo di Silvia Pietrovanni
musiche di Daniele Fusacchia
eseguite da Luisa Pellegrini e Ernesto Ranfi

L’espressione “piantare in asso” nasce dall’abbandono di Arianna sull’isola di Nasso da parte di Teseo. Che cosa “pianta” Arianna a Nasso? Che cosa si accorge di aver abbandonato e che cosa si accorge di voler seminare? Il monologo segue i “fili” narrativi di Arianna, per ogni filo la protagonista tesse un racconto poetico.
Il monologo è preceduto da una breve conferenza sui significati e i simboli connessi al mito di Arianna, Teseo e il Minotauro.

Note di regia
Una luna: se la volti può diventare un monte, corna di toro, una barca, o una culla. Partire dalla luna per creare mondi: luna che cala dopo aver assaporato la pienezza dell’incontro, luna che risorge dopo aver incontrato la sua ombra. Fili: di discorsi, fili di trame che si annodano, si intrecciano, si spezzano; per ogni filo che viene dipanato una storia prende (l’)anima, i fili tirati creano un labor intus, un lavoro interiore che coinvolge anche lo spettatore e lo invita a guardarsi dentro. Un monologo pieno di voci: a rispondere ad Arianna tracce di suoni che si fanno musica, sospiro, lamento, estasi, nell’attesa di un nuovo inizio che sia ebbrezza, tumulto, menade, Dioniso.


Laura Giallombardo. Si avvicina alla recitazione attraverso un corso di teatro all’Università Paul Valery di Montpellier. Si diploma presso la scuola di recitazione Teatro Azione di Roma e continua la formazione frequentando laboratori diretti da Giancarlo Fares, Maria Smaevich e Nicolaj Karpov, Chiara Guidi, Fabiana Iacozzilli e Ramona Nardo, Yves Lebreton. Laureata in Scienze Politiche, si occupa di Progettazione nel settore artistico e culturale

Silvia Pietrovanni. Nel 2010 inizia a scrivere per il teatro e fonda il progetto “Anemofilia”. Il suo primo testo Bada-mi vince il Premio Borrello/Etica in atto nel 2010 ed è pubblicato nel 2013 dall’editore Progetto Cultura. Nel 2014 si classifica seconda al Premio di drammaturgia delle Biblioteche di Roma con il testo La vertigine e l’abisso della bellezza. A maggio 2014 il testo H2SO4:la vita che vuoi è la sola che avrai? viene premiato al Salone del Libro di Torino come testo vincitore del Premio InediTo 2014, e nel 2015 è premiato al Teatro Argentina come secondo classificato al premio Donne e Teatro. Nel 2015 il racconto Herbarie tratto dall’omonimo spettacolo teatrale vince la terza edizione del Premio “Streghe di Montecchio” ed è pubblicato dall’editore Fefè nel terzo volume di Streghe d’Italia. Il racconto Autodeterminare è finalista del premio “Scrivere donna 2015”ed è pubblicato dall’editore Neos. Nel 2017 il monologo Piantata in asso è finalista al premio Fuis (Federazione Unitaria Italiana Scrittori). Lavora come libraia e tiene corsi di erboristeria in Italia con il nome di fitocomplessa.

Luisa Pellegrini. Organettista e flautista nell’Orchestra Malancia e organettista del gruppo musicale Quinto Quarto Trio +, che esegue un repertorio di musiche d’ autore, composte da Daniele Fusacchia e arrangiate dal trio. Con il Trio ha collaborato, alla realizzazione di letture musicate e di spettacoli teatrali, con musiche originali dal vivo. Ha inoltre partecipato come organettista alla esecuzione della colonna sonora degli Epsilon Indi del film “Per amor vostro” di Giuseppe Guadino.

Ernesto Ranfi. Suona nel Quinto Quarto trio+ e nell’Orchestra Malancia, insieme hanno di recente suonato per il gruppo Epsilon Indi nella colonna sonora del film” Per amor vostro”, del regista Giuseppe Gaudino, il Quinto Quarto trio ha come repertorio le musiche del co-fondatore del gruppo stesso, Daniele Fusacchia. Fa inoltre parte del trio jazz Snap no sax che ha un repertorio di musiche originali.

Hanno collaborato al progetto Sarah Paroletti per le coreografie, Giulia Vannicola per la scenografia.

Collaborazione con MuSa (Musica Sapienza)

MUSA

1-Concerto inaugurale MuSa                 20 dicembre 2007                     Aula Magna del Rettorato

Maestro Sostituto

2- I giovedì della MuSa                         29 maggio 2008, ore 18.30         MuSa Classica

Pianoforte: Massimo Gervasi
Clarinetto; Francesco Chiapperini

Johannes Brahms

Sonata op.120 Nr. 2 in mi bemolle maggiore per clarinetto e pianoforte

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.


– Allegro amabile
– Allegro appassionato
– Andante con moto
– Allegro

 

3 – MuSa Classica                             3 luglio 2008 ore 21.00                     Aula Magna  inaugura “Un’Estate alla Sapienza”

’Opera da Tre Soldi di Brecht – Weill
maestro collaboratore

4 –I giovedì della MuSa          4 dicembre 2008 – ore 18.30             MuSa Classica
Pianoforte: Massimo Gervasi , Alessandro Viale
Maurice RavelMa mère l’Oye, per pianoforte a quattro mani

5- MuSa in concerto              22 dicembre 2008 – ore 10,00         Auguri e riconoscimenti alla carriera

Maestro Sostituto

6 – I giovedì della MuSa       26 marzo 2009 – ore 19,00                 Antica e nuova Musa in concerto
Live electronics

7 – Concerto MuSa                15 aprile 2009 – ore 20.30  Aula Magna del Rettorato
Live electronics

8 –Concerto MuSa                    16 maggio 2009              MuSa Classica e MuSa Jazz per la Notte dei Musei

Live electronics

9 Concerto MuSa Classica e Coro di Fisica 20 maggio 2009  per il decennale dalla morte di Massimo D’Antona
Live electronics

10 – Black & White MuSa Orchestra     28 maggio 2009 – ore 19.00
Coordinatore artistico

11 –Concerto di Musa                          3 febbraio 2010

in occasione della mostra “Le radici del sapere antico”
Pianoforte

Ravel  jeux d’eau

12 -I giovedì della MuSa                  4 febbraio 2010           Il concerto del Mare

Pianoforte

Ravel

jeux d’eau


13 –I giovedì della MuSa              giovedì 18 marzo 2010
Violino Daniele Gorla
Viola Antonio Casablanca
Pianoforte Massimo Gervasi

Wolfgang Amadeus Mozart
Kegelstatt-Trio K. 498

Max Bruch
Stücke N.1 -2 op 83

Robert Schumann
Märchenerzählungen op 132

14 –I giovedì della MuSa            sabato 15 maggio 2010  Concerto inaugurale MuSa per la Notte dei Musei
’Opera da Tre Soldi di Brecht – Weill
Tastiere

15 –I giovedì della MuSa    Giovedì 27 maggio 2010     Black & White MuSa Orchestra… giocando con i suoni

coordinamento gruppo MuSa Black&White