Category Archives: Collaborazioni

23 febbraio: YOGA SCIAMANICO

SABATO 23 FEBBRAIO ore 10:00–13:00

YOGA SCIAMANICO

WORK SHOP PRATICO

con Natascia Bolacchi

Lo Yoga Sciamanico fa riferimento alla forma più arcaica dello Yoga, qualcosa che ha fatto da fondamento e da ispirazione alla nascita dello Yoga e poi lo ha pervaso di linfa vitale.

 

 

“Lo Yoga Sciamanico è per eccellenza lo Yoga della potenza, di vocazione Tantrica, di natura antica, di voce poetica. Parla attraverso pratiche meravigliose che riguardano il risveglio dell’energia dormiente in ogni uomo: la Kundalini. Parla mediante la Psicopompia, la capacità di vedere simultaneamente nella morte e nella vita” (Selene Calloni Williams)

 

Pratiche:

  • Sequenza Fluida: pratica di risveglio dell’energia vitale, sperimentando alcune semplici asana unite al pranayama e alle mudra.
  • La contemplazione dello scheletro:è presente nei riti di iniziazione sciamanica eschimesi. E’ una meditazione che porta a sperimentare il processo di morte e rinascita, un’esperienza contemplativa di rinnovamento spirituale di tutto il proprio essere. E’ propedeutica al rituale della Ruota di Medicina.
  • Rituale di celebrazione del Mandala della Ruota di Medicina: permette di apprendere 5 differenti tipi di pranayama attraverso la bocca, connettendo ogni sacra direzione (ovest, sud, est, nord e del centro) ai chakra, ai sacri elementi (terra, acqua, aria, fuoco) agli spiriti animali, agli stadi di evoluzione umana e alle posizioni statiche e dinamiche. Il Rituale ci insegna a conoscere il Mandala della Ruota che è un simbolo universale presente nel mondo e nell’uomo, nel macrocosmo e nel microcosmo.
  • Meditazione sui Corpi di Luce in Savasana: normalmente siamo consapevoli del corpo fisico, mentale e vitale. Questi tre involucri non sono i soli che possediamo. Sono presenti in noi altri tre corpi: astrale, karmico e causale, che sono parte delle dimensioni ultracoscienti. Faremo esperienza di tutti i corpi di luce partendo dagli involucri corrispondenti alle dimensioni coscienti, agli involucri più sottili, passando attraverso i chakra.

COSTO: 40 euro comprensivo di brunch

NATASCIA BOLACCHI è ballerina professionista sino al 1991 ed insegnante di danza sino al 1996. Nel 2002 si appassiona della scienza Ayurvedica e riscopre la Danza in forma terapeutica ed energetica, grazie alla guida della dottoressa Mélanie Guéneau, medico agopuntrice. Quindi approfondisce la Danza Terapia con  Maria Fux.

  • Frequenta la scuola di Naturopatia Ayurvedica e PanchaKarma presso Ananda-Ashram di Milano. Si diploma nel 2005 al C.S.R.A.M (center for study and research on Ayurveda and Naturopathy) di New Delhi. Studia lo yoga tantrico integrale diplomandosi come insegnante di Hatha Yoga e Hatha Vinyasa Yoga.
  • Studia Medicina Inka-Q’ero; Temazcal, Ruota di Medicina; Anusara yoga con i maestri Marc Holzman e Andrea Boni.
  • E’ iniziata alla pratica dell’OM Healing da Sri Swami Vishiwananda e alla pratica dell’Atma Kriya presso il centro spirituale Bhakti Marga a Taunus (Francoforte). Certificata Riconnectve Healing I° e II° livello con il dottor Erik Pearl Workshop di Yoga Sciamanico con Danny Paradise.

23 Gennaio: Esercizi spirituali -Laboratorio di filosofia quotidiana

ESERCIZI SPIRITUALI

Laboratorio di filosofia quotidiana

a cura di Enrico Schirò

 

La filosofia insegna ad immaginare, riconoscere e argomentare. Attraverso la pratica della filosofia è possibile esercitare il ragionamento ipotetico, controintuitivo e paradossale, riconoscere aspetti e lati misconosciuti di sé stessi, degli altri e della realtà, articolare le ragioni delle proprie credenze come anche dei propri sentimenti.

Tutte e tre queste capacità svolgono un ruolo, talvolta latente e inosservato, nella nostra vita quotidiana. Sviluppare queste capacità può non solamente arricchire il quotidiano, ma anche donargli leggerezza. Una filosofia quotidiana allena la mente alla plasticità e al dinamismo, alleggerendo la vita. Obiettivo del laboratorio è quello di offrire strumenti teorici e pratici per un uso quotidiano della filosofia. 

Le attività di questo laboratorio si basano in particolare sui lavori di Pierre Hadot, Michel Foucault e Moreno Montanari. 

Ogni incontro è strutturato in due tempi. Nella prima parte si introdurrà o approfondirà l’argomento specifico dell’incontro, anticipando alcune possibili tracce di discussione. Nella seconda parte, invece, si stimolerà un dialogo tra i partecipanti, tale da consentire una condivisione reciproca di pensieri e sentimenti. Dal terzo all’ottavo incontro, il laboratorio di concentrerà su tre specifici esercizi spirituali (esame di coscienza, lettera filosofica, colloquio con sé stessi). Anche in questo caso si stimolerà un dialogo filosofico personale, lasciando spazio, a chi liberamente sceglierà di farlo, di condividere con il gruppo le proprie sperimentazioni nel corso del laboratorio.

PROGRAMMA:

Gli esercizi spirituali, incontro introduttivo, Mercoledì 16 gennaio, ore 21-22.30

La morale provvisoria, primo incontro, Mercoledì 23 gennaio, ore 21-22.30

La morale provvisoria, secondo incontro, Mercoledì 30 gennaio, ore 21-22.30

L’esame di coscienza, terzo incontro, Mercoledì 6 febbraio, ore 21-22.30

L’esame di coscienza, quarto incontro, Mercoledì 13 febbraio, ore 21-22.30

Il colloquio con sé stessi, quinto incontro, Mercoledì 20 febbraio, ore 21-22.30

Il colloquio con sé stessi, sesto incontro, Mercoledì 27 febbraio, ore 21-22.30

La lettera filosofica, settimo incontro, Mercoledì 6 marzo, ore 21-22.30

La lettera filosofica, ottavo incontro, Mercoledì 13 marzo, ore 21-22.30

La cura di sé, incontro conclusivo, Mercoledì  marzo, ore 21-22.30

 

Costo: 30 € mensili

Info: info@cambiapiano.com – 3291958263 – enrico.schiro@gmail.com

 

TUTTI I MERCOLEDì: MEDITAZIONE MINDFULNESS – Incontri gratuiti

Nell’ambito del progetto di Tirocinio Formativo della Facoltà di Neuroscienze dell’Università di Pisa, Cambiapiano promuove un ciclo di incontri totalmente gratuiti che ci insegneranno la tecnica di Meditazione Mindfulness.

Tutti i Mercoledì alle 20:30

Sabato 2 Febbraio alle 10:00

 

vi proponiamo incontri gratuiti per apprendere e praticare insieme questa tecnica

SIETE TUTT@ INVITAT@!!!!

Ma di cosa si tratta?
Prima agiamo e poi pensiamo è davvero così….?
Per essere consapevole del qui ed ora
c’è bisogno di familiarizzare con la propria mente … i propri pensieri …i propri sentimenti …con quello che si è in questo momento .
Sei stressato , sei deluso, sei stanco prova a sederti e….Ascolta …Respira. Semplice ….è più semplice di quanto si possa immaginare. Questa è la meditazione.
Non vuol dire andare altrove, ma permettere a se stessi di essere dove si è,  con il mondo così com’è nel momento presente.
Meditare permette di coltivare la nuda esperienza e sviluppare delle qualità che sono presenti in noi.
Permette di creare un spazio interiore libero , aperto ,per prendersi cura di sé, migliorando la propria consapevolezza corporea emotiva e creativa , sostituire le emozioni distruttive con antidoti  che ristabiliscono un equilibrio psicofisico contro lo stress, causa di molte malattie.
Meditare è diventare consapevoli attraverso un processo lento di trasformazione interiore, che si è amati nel qui ed ora in ogni istante.
———————-====———————
Nathalie Leopaldi Ha acquisito esperienze attraverso un percorso formativo di tecniche Contemplative orientali ed occidentali, nei numerosi viaggi fatti in India ed attraverso il contatto con insegnanti di meditazione orientale ed occidentale. E’ iscritta al Master in Neuroscienze, Mindfulness e tecniche Contemplative presso l’Università di Pisa.

Per informazioni e prenotazioni:

info@ cambiapiano.com

In arte Goldie – Duetto per voci e pianoforte

Domenica 18 Novembre ore 18.30

IN ARTE GOLDIE

Duetto per Voci e Pianoforte

tratto da “Memorie di una maîtresse americana” di Nell Kimball

edito da Adelphi

 

Voce recitante: Laura Riccioli

Pianoforte e Canto: Valentina Cardinali

Selezione e adattamento del testo Laura Riccioli

Musiche scelte, arrangiate e eseguite da Valentina Cardinali:

George L. Cobb, W. A. Mozart, John Newton, W. C. Handy, Tori Amos, Stephen Foster, Oscar Peterson, Willard Robinson, Eric Satie, Scott Joplin, folk traditional, piano improvisations.

*

Il racconto di Nell Kimball, che da sprovveduta ragazza di campagna diviene prima prostituta poi tenutaria di uno tra i bordelli più esclusivi ed eleganti di New Orleans, ci sprofonda nell’America notturna e fosforescente a cavallo tra Ottocento e Novecento, tra case di piacere, giochi d’azzardo e svaligiatori di banca, profumi d’oppio e musica jazz.

Tra le pagine della sua vita si respira il grande senso di avventura dell’epoca, selvaggia, precaria e imprevedibile, che ci riporta inevitabilmente all’incertezza dei nostri giorni.

 

Ne emerge il ritratto di una società spudorata, disposta a utilizzare ogni mezzo necessario per sopravvivere e allo stesso tempo affermare la propria vitalità.

Il duetto, partendo dall’esplorazione dei suoni lontani dell’infanzia della protagonista, avvolta da paesaggi brulli e soffocanti, percorre i ritmi moderni delle metropoli in costruzione di Sant Louis, Chicago, New York e lo sferragliare dei primi treni, attraversando le pulsazioni a luci rosse dell’incontro dei corpi.

Nessun uomo dimenticherà mai di essersi fatto sventagliare le palle da una farfalla nella mia casa dalla porta dorata” Nell Kimball

per informazioni:

Valentina Cardinali 3398769188 valecardi@gmail.com

Laura Riccioli 3287084661 ricciolilaura@gmail.com

Associazione Culturale Cambiapiano: info@cambiapiano.com

22 Dicembre A casa nel mito – Laboratori per famiglie

A casa nel mito

Laboratori per famiglie

Un luogo e un tempo dove bambini e adulti possano attraversare, grazie al gioco del teatro, immagini, simboli e valori della mitologia greca tenendosi per mano.

Prossimo incontro

sabato 22 dicembre

ore 11.15

Io credo questo: le fiabe sono vere”. Italo Calvino

Un ciclo di laboratori che ogni mese si avventureranno in miti diversi, dal mito di Eros a quello di Orfeo e Euridice, dal mito di Icaro a quello del Re Mida, tra fiori, frecce, scudi, semi, carri e sorgenti d’acqua che faremo nostri grazie alla suggestione di tecniche espressive rubate all’arte dell’improvvisazione, del teatro, delle arti pittoriche.

Quello di interrogarsi sulle proprie origini è uno dei primi bisogni dell’uomo. Da sempre la conoscenza del mito aiuta grandi e piccoli a capire che l’esigenza di cercare spiegazioni di aspetti misteriosi del mondo e della vita è qualcosa che accomuna tutti i popoli.

Il bambino, attraverso la scoperta delle sue origini culturali e la ricchezza di suggestioni che il mito offre, si arricchisce degli strumenti necessari per una più profonda coscienza del suo presente, impara a conoscersi, a interagire con gli altri e maturare il suo universo psicologico ed emotivo grazie all’universalità del linguaggio del mito e del teatro e naturalmente grazie all’attività di gruppo.

L’adulto sarà invece invitato a condividere con il bambino un tempo poetico, magico, lontano dalle incombenze di tutti i giorni, a cui poter tornare rivivificati dagli archetipi del mito, dalle risposte che essi sanno dare ai nostri quesiti più importanti, dal riscoprire modalità di gioco che possano nutrire la comunicazione tra grandi e piccoli anche in casa.

Insieme possiamo dunque imparare a conoscerci sotto altre vesti e ampliare il nostro immaginario.

La finalità del laboratorio non è il solo insegnamento delle singole tecniche artistiche, bensì la scoperta del senso del “fare” artistico, creando uno spazio dove vivere insieme con passione e creatività.

I laboratori si svolgeranno dalle ore 11.15 alle 12.45, un sabato al mese, nella sede dell’Associazione Cambiapiano in via Romanello Da Forlì, 40.

Costi: € 20 adulto + bambin@; + € 5 secondo adulto

Per info e prenotazioni: 347 1961002 – ricciolilaura@gmail.com

Laura Riccioli lavora come attrice, regista e autrice teatrale da circa 25 anni, ma da sempre l’amore per il disegno e la pittura si sono intrecciati con il suo percorso di attrice, spingendola a realizzare un vero e proprio doppio percorso. Spesso il suo lavoro di illustratrice ha incontrato e nutrito quello di attrice e viceversa. Oltre a recitare in diverse compagnie teatrali, per il cinema e la tv, ha pubblicato Spaghettis aux delices du désert per la casa editrice Kaleïdoscope, Lina e il canto del mare per la casa editrice Mesogea, Un filo di storie per Rapsodia edizioni e una serie di ritratti per la rivista Carta. Ha inoltre realizzato disegni animati per il teatro e insegnato in carcere pittura e teatro per otto anni, oltre che nelle scuole, nelle biblioteche e presso il presidio per migranti Baobab Experience.

Piantata in asso: monologo su Arianna

Progetto Anemofilia Teatro presenta
PIANTATA IN ASSO
Monologo sul mito di Arianna

Finalista del premio F.U.I.S. 2017 (Federazione Unitaria Italiana Scrittori)

Venerdì 9 marzo
alle 21.30
Ingresso 5 €

Il monologo è preceduto da una conferenza sui simboli di questo mito.

con Laura Giallombardo
testo di Silvia Pietrovanni
musiche di Daniele Fusacchia
eseguite da Luisa Pellegrini e Ernesto Ranfi

L’espressione “piantare in asso” nasce dall’abbandono di Arianna sull’isola di Nasso da parte di Teseo. Che cosa “pianta” Arianna a Nasso? Che cosa si accorge di aver abbandonato e che cosa si accorge di voler seminare? Il monologo segue i “fili” narrativi di Arianna, per ogni filo la protagonista tesse un racconto poetico.
Il monologo è preceduto da una breve conferenza sui significati e i simboli connessi al mito di Arianna, Teseo e il Minotauro.

Note di regia
Una luna: se la volti può diventare un monte, corna di toro, una barca, o una culla. Partire dalla luna per creare mondi: luna che cala dopo aver assaporato la pienezza dell’incontro, luna che risorge dopo aver incontrato la sua ombra. Fili: di discorsi, fili di trame che si annodano, si intrecciano, si spezzano; per ogni filo che viene dipanato una storia prende (l’)anima, i fili tirati creano un labor intus, un lavoro interiore che coinvolge anche lo spettatore e lo invita a guardarsi dentro. Un monologo pieno di voci: a rispondere ad Arianna tracce di suoni che si fanno musica, sospiro, lamento, estasi, nell’attesa di un nuovo inizio che sia ebbrezza, tumulto, menade, Dioniso.


Laura Giallombardo. Si avvicina alla recitazione attraverso un corso di teatro all’Università Paul Valery di Montpellier. Si diploma presso la scuola di recitazione Teatro Azione di Roma e continua la formazione frequentando laboratori diretti da Giancarlo Fares, Maria Smaevich e Nicolaj Karpov, Chiara Guidi, Fabiana Iacozzilli e Ramona Nardo, Yves Lebreton. Laureata in Scienze Politiche, si occupa di Progettazione nel settore artistico e culturale

Silvia Pietrovanni. Nel 2010 inizia a scrivere per il teatro e fonda il progetto “Anemofilia”. Il suo primo testo Bada-mi vince il Premio Borrello/Etica in atto nel 2010 ed è pubblicato nel 2013 dall’editore Progetto Cultura. Nel 2014 si classifica seconda al Premio di drammaturgia delle Biblioteche di Roma con il testo La vertigine e l’abisso della bellezza. A maggio 2014 il testo H2SO4:la vita che vuoi è la sola che avrai? viene premiato al Salone del Libro di Torino come testo vincitore del Premio InediTo 2014, e nel 2015 è premiato al Teatro Argentina come secondo classificato al premio Donne e Teatro. Nel 2015 il racconto Herbarie tratto dall’omonimo spettacolo teatrale vince la terza edizione del Premio “Streghe di Montecchio” ed è pubblicato dall’editore Fefè nel terzo volume di Streghe d’Italia. Il racconto Autodeterminare è finalista del premio “Scrivere donna 2015”ed è pubblicato dall’editore Neos. Nel 2017 il monologo Piantata in asso è finalista al premio Fuis (Federazione Unitaria Italiana Scrittori). Lavora come libraia e tiene corsi di erboristeria in Italia con il nome di fitocomplessa.

Luisa Pellegrini. Organettista e flautista nell’Orchestra Malancia e organettista del gruppo musicale Quinto Quarto Trio +, che esegue un repertorio di musiche d’ autore, composte da Daniele Fusacchia e arrangiate dal trio. Con il Trio ha collaborato, alla realizzazione di letture musicate e di spettacoli teatrali, con musiche originali dal vivo. Ha inoltre partecipato come organettista alla esecuzione della colonna sonora degli Epsilon Indi del film “Per amor vostro” di Giuseppe Guadino.

Ernesto Ranfi. Suona nel Quinto Quarto trio+ e nell’Orchestra Malancia, insieme hanno di recente suonato per il gruppo Epsilon Indi nella colonna sonora del film” Per amor vostro”, del regista Giuseppe Gaudino, il Quinto Quarto trio ha come repertorio le musiche del co-fondatore del gruppo stesso, Daniele Fusacchia. Fa inoltre parte del trio jazz Snap no sax che ha un repertorio di musiche originali.

Hanno collaborato al progetto Sarah Paroletti per le coreografie, Giulia Vannicola per la scenografia.

Collaborazione con MuSa (Musica Sapienza)

MUSA

1-Concerto inaugurale MuSa                 20 dicembre 2007                     Aula Magna del Rettorato

Maestro Sostituto

2- I giovedì della MuSa                         29 maggio 2008, ore 18.30         MuSa Classica

Pianoforte: Massimo Gervasi
Clarinetto; Francesco Chiapperini

Johannes Brahms

Sonata op.120 Nr. 2 in mi bemolle maggiore per clarinetto e pianoforte

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.


– Allegro amabile
– Allegro appassionato
– Andante con moto
– Allegro

 

3 – MuSa Classica                             3 luglio 2008 ore 21.00                     Aula Magna  inaugura “Un’Estate alla Sapienza”

’Opera da Tre Soldi di Brecht – Weill
maestro collaboratore

4 –I giovedì della MuSa          4 dicembre 2008 – ore 18.30             MuSa Classica
Pianoforte: Massimo Gervasi , Alessandro Viale
Maurice RavelMa mère l’Oye, per pianoforte a quattro mani

5- MuSa in concerto              22 dicembre 2008 – ore 10,00         Auguri e riconoscimenti alla carriera

Maestro Sostituto

6 – I giovedì della MuSa       26 marzo 2009 – ore 19,00                 Antica e nuova Musa in concerto
Live electronics

7 – Concerto MuSa                15 aprile 2009 – ore 20.30  Aula Magna del Rettorato
Live electronics

8 –Concerto MuSa                    16 maggio 2009              MuSa Classica e MuSa Jazz per la Notte dei Musei

Live electronics

9 Concerto MuSa Classica e Coro di Fisica 20 maggio 2009  per il decennale dalla morte di Massimo D’Antona
Live electronics

10 – Black & White MuSa Orchestra     28 maggio 2009 – ore 19.00
Coordinatore artistico

11 –Concerto di Musa                          3 febbraio 2010

in occasione della mostra “Le radici del sapere antico”
Pianoforte

Ravel  jeux d’eau

12 -I giovedì della MuSa                  4 febbraio 2010           Il concerto del Mare

Pianoforte

Ravel

jeux d’eau


13 –I giovedì della MuSa              giovedì 18 marzo 2010
Violino Daniele Gorla
Viola Antonio Casablanca
Pianoforte Massimo Gervasi

Wolfgang Amadeus Mozart
Kegelstatt-Trio K. 498

Max Bruch
Stücke N.1 -2 op 83

Robert Schumann
Märchenerzählungen op 132

14 –I giovedì della MuSa            sabato 15 maggio 2010  Concerto inaugurale MuSa per la Notte dei Musei
’Opera da Tre Soldi di Brecht – Weill
Tastiere

15 –I giovedì della MuSa    Giovedì 27 maggio 2010     Black & White MuSa Orchestra… giocando con i suoni

coordinamento gruppo MuSa Black&White